In viaggio con il nostro amico a 4 zampe

Spread the love

In viaggio con il nostro amico a 4 zampe

Il viaggio per raggiungere i desiderati luoghi di vacanza possono metterci in apprensione, specie se portiamo con noi i nostri fedeli amici.
Se ci rechiamo all’estero dobbiamo munire il nostro amico di un PASSAPORTO SANITARIO, che verrà rilasciato dalla ASL competente del territorio.
Tale documento andrà a sostituire il libretto vaccinale e riporterà la descrizione dell’animale, il numero di microchip o del tatuaggio (se leggibile), le vaccinazioni eseguite ed eventuali trattamenti antiparassitari.
Per cani, gatti e furetti la Normativa Europea EG n.998/2003 che impone la vaccinazione antirabbica  non meno di 20 giorni prima dell’espatrio e per l’ingresso in  taluni Paesi è anche richiesto obbligatoriamente il titolo degli anticorpi specifici contro la rabbia. Parlatene con il Veterinario ma soprattutto ricordatevi di recarvi in tempo utile per la vaccinazione.
Si ricorda che le norme possono variare nei singoli Paesi o modificarsi nel tempo, pertanto sarà bene informarsi per tempo presso il consolato  o l’ambasciata dello Stato dove ci si vuole recare per avere maggiori dettagli.

In auto

Per il trasporto in auto il Codice della Strada, art. 169, comma 6 consente il trasporto di animali “purchè custoditi  in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete o analogo mezzo idoneo, che se installati in via permanente devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Motorizzazione Civile”.
Indipendentemente dagli obblighi di legge si consiglia sempre di trasportare cani di piccola taglia e gatti con gli appositi trasportini.

Per cani di grossa taglia si consiglia di caricarli nel vano posteriore dell’auto con la apposita rete di protezione oppure sul sedile posteriore fissando il collare alla cintura di sicurezza mediante speciale guinzaglio.

Raccomandazione sempre utile quella di non lasciare il cane od il gatto chiusi in macchina al caldo, pena il rischio di colpi di calore, e comunque durante il tragitto sarà opportuno fare numerose soste per far passeggiare il cane, fargli espletare le funzioni corporali e farlo bere.

Al gatto si cambierà il tappetino nel trasportino e lo si approvvigionerà di acqua fresca.

Un pasto leggero poche ore prima di partire sarà sufficiente.
Nei casi più difficili, il Veterinario potrà indicare farmaci anti-vomito o leggeri sedativi che aiutano il cane o il gatto a superare senza traumi l’intero periodo del viaggio

In treno, aereo o nave

Per treni, aerei e natanti ci si attiene ai regolamenti interni delle singole compagnie, prestando attenzione al fatto che in aereo molte compagnie consentono il trasporto di animali solo nelle stive, e questo può essere rischioso perché non tutte le stive sono adeguatamente pressurizzate.
In caso di permanenza di diverse ore in traghetto, si raccomanda di non tenere animali in auto (al caldo o al freddo) ma di portarli con sé negli appositi spazi a loro destinati.

Consigli utili
Quando si porta il cane in pubblico ricordatevi di portare la museruola (è obbligatoria per legge).
Due nemici insidiosi ma molto pericolosi  sono rappresentati dalla leishmaniosi e dalla filariosi, ambedue le malattie trasmesse da insetti quali zanzare e flebotomi.
In diverse regioni italiane queste malattie sono molto diffuse. Prima di partire, parlatene con il Veterinario che saprà fornirvi utili consigli.


Spread the love