La pulizia dei denti nel cane. La detartrasi.

Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://www.clivetspinaceto.it/la-pulizia-dei-denti-nel-cane/

La pulizia dei denti

La pulizia dei denti è molto importante e spesso è un problema sottovalutato dai proprietari.
E’ un grosso errore perchè, come vedremo, i denti trascurati possono creare molti danni alla sua salute. Un’adeguata ma semplice pulizia dei denti del cane può evitare (anche a noi!) un sacco di guai.

 

Il tartaro – La detartrasi

Anche i denti dei cani tendono a formare la placca, un velo di batteri che ricoprono il dente e che si nutrono dei residui di cibo.
La placca si ricopre di sali minerali presenti nella saliva e si indurisce, formando il tartaro.

Il tartaro aumenta progressivamente, avvolgendo il dente e irritando la gengiva, che si retrae sempre più fino a lasciare scoperte le radici dei denti, che alla fine cadono. I batteri che proliferano nella bocca causano alitosi, un odore sgradevole facilmente avvertibile.

Oltre al fastidio dell’alitosi, il problema in realtà è tutto a carico del nostro cane.

Infatti, i batteri che proliferano nella gengiva infiammata possono passare nel circolo sanguigno e, attraverso il sangue, colpire gli organi interni, in particolare le valvole cardiache, provocando malattie cardiache anche gravi, e colpiscono i reni, causando insufficienza renale.

Per questo la pulizia dei denti è tanto importante per la salute dei cani e dei gatti. Inoltre, i batteri della bocca, emessi con l’alito, possono essere inalati dalle persone che vivono a stretto contatto con il cane, rappresentando un problema sanitario. Il tartaro che si è formato può essere asportato solo con l’utilizzo di un apparecchio ad ultrasuoni. E’ necessaria una lieve anestesia, di breve durata.

Una volta efettuata la detartrasi, il problema si elimina per un periodo abbastanza lungo. Un successivo intervento si può effettuare a distanza di anni, secondo la predisposizione al tartaro dell’animale.

 

La pulizia dei denti “quotidiana”

Oltre alla detartrasi, è sicuramente consigliabile la pulizia dei denti “casalinga”. Non tutti i giorni, ma se possibile almeno un paio di volte alla settimana.

Potete utilizzare uno spazzolino per bambini, a setole morbide, con un dentifricio per cani che non deve essere risciaquato. Il nostro dentifricio non è adatto perchè, se ingerito, può provocare nausea.

Per una buona pulizia dei denti è sufficiente passare lo spazzolino con un movimento orizzontale. Se il cane non accetta lo spazzolino, si può provare ad utilizzare una garza avvolta intorno al dito, da passare sui denti dopo avervi applicato del dentifricio. Esistono anche prodotti spray, da spruzzare su denti e gengive, ma sono meno efficaci della spazzolatura.

 

Consigli utili

E’ di grande aiuto nella prevenzione del tartaro l’alimentazione basata sulle crocchette, che riduce il ristagno di residui alimentari sui denti. I cibi umidi, invece, lasciano residui sui denti che favoriscono molto la formazione del tartaro.

Un errore che invece non si deve fare è dare oggetti da masticare, come sassi o ossa bovine, con la convinzione che il cane si possa “pulire i denti”. In realtà si rischia solo di causare fratture dentali e di consumare in modo abnorme i denti.

Durante la prossima visita, chiedi consiglio al Veterinario!