Terapia comportamentale

Dott. LUCA BUTI – Medico Veterinario comportamentalista

  • Laurea in Medicina Veterinaria nel 1990 – Università degli Studi di Perugia
  • Master in Terapia Comportamentale nel 2006 presso l’Università di Pisa – Facoltà Medicina Veterinaria
  • Docente presso ABIVET S.r.l. – Istituto di formazione per Tecnici Veterinari

Il Veterinario comportamentalista è un Medico Veterinario, specializzato in Medicina Comportamentale, che si occupa di diagnosticare la presenza di malattie del comportamento del cane e del gatto e di attuare una terapia adeguata.

La finalità del Veterinario Comportamentalista è :

  • EDUCARE, che non significa abituare l’animale a ubbidire, bensì aiutarlo a sviluppare la socialità, affinchè diventi un soggetto in grado di convivere serenamente in famiglia.
  • ISTRUIRE, che non significa addestrare l’animale ma portare a conoscenza dei proprietari le dinamiche di adattamento ed integrazione dell’animale.

 

Il Dott. Luca Buti fa parte dello Staff della Clinica Veterinaria Spinaceto. Per le visite comportamentali è necessario un appuntamento. Per informazioni tel. 06.6453.0998.

 

E’ opportuno effettuare una visita comportamentale in caso di:

  • comportamenti di AGGRESSIONE
  • comportamenti di PAURA esagerata
  • DISTRUZIONI in assenza e/o in presenza dei proprietari
  • VOCALIZZI in assenza dei proprietari o in contesti inappropriati
  • MINZIONI e DEFECAZIONI in luogo inappropriato.

La visita con il Veterinario comportamentalista richiede 60-90 minuti ed è gradita la presenza di tutte le persone del nucleo familiare che interagiscono con l’animale, in modo da poter condividere insieme l’atteggiamento consigliato dal veterinario.

La visita comportamentale  prevede la visita dell’animale, che viene visitato insieme ai proprietari. La visita dell’animale è molto importante perchè a volte la causa che scatena il sintomo è una patologia fisica non evidente al proprietario. Durante i colloqui con i proprietari vengono analizzate le abitudini dell’animale (assunzione del cibo, uscite, defecazioni e minzioni, ecc.) e dei componenti della famiglia.

Dopo aver discusso la diagnosi con i proprietari, vengono fornite le indicazioni (o terapie) per riequilibrare la situazione. Se necessario, si potranno prevedere successivi appuntamenti telefonici e/o nuovi incontri.